Gatti di razza Ragdoll a Brescia

Il Ragdoll, storia e carattere

La storia dei Ragdolls è controversa ed anche un po’ misteriosa; molti siti di allevatori ne parlano. A noi basta dirvi che provengono dalla California; sono stati selezionati dalla Sig.ra Ann Baker e da lei stessa brevettati nel 1975 come “Ragdoll”, termine che sta per bambola di pezza. E, in effetti, mai nome fu più azzeccato!

La Sig.ra Baker ha avuto il merito di selezionare dei gatti tanto affettuosi e dolci che, una volta presi in braccio, si rilassano tanto da cadere “in stato di trans”, per così dire, proprio come si trattasse di una bambola di pezza.

Le caratteristiche dei Ragdolls sono ben riassunte dalle tre foto che abbiamo messo nella home page del sito. Nella prima due nostri mici guardano una partita di calcio insieme a noi dimostrando tutta la loro socievolezza. Nella seconda foto, il nostro Rhett non si accontenta di stare vicino a Paolo, nostro figlio e suo padroncino, ma, in crisi di coccole, gli si sdraia sul quaderno impedendogli di fare i compiti. Nella terza foto, la nostra cagnolina maltese, Gioia, gioca con Rhett, il nostro maschio adulto, a dimostrazione del fatto che vanno d’accordo anche con i cani con cui hanno dei punti in comune: basta pensare che ci aspettano dietro la porta di casa quando rientriamo e, spesso, quando non dormono, ci seguono se ci spostiamo da una stanza all’altra.

Come potrete vedere nella nostre foto di questa pagina, anche la bellezza per noi ha la sua importanza, ma abbiamo voluto privilegiare gli aspetti del carattere dei Ragdolls e aprire il sito con foto che ne diano testimonianza.

Varietà


I Ragdolls si distinguono per il tipo di mantello, per il colore e per la “linciatura”.

Il mantello può essere:

  • Colourpoint: le punte del Ragdoll (cioè muso, orecchie, zampe e coda) sono colorate intensamente perché parti più fredde. Il corpo è di colore più chiaro delle punte...

  • Mitted (guantato): le punte sono colorate, il corpo del gatto è più chiaro. Una striscia bianca parte dal mento e arriva fino alla base della coda, coprendo la pancia. I guanti anteriori sono bianchi e simmetrici, e devono arrivare fino al polso. Gli stivaletti posteriori sono bianchi fino al garretto. Può esserci una fiamma bianca sul naso o tra gli occhi (chiamata blaze).

  • Bicolor: zampe, piedi, pancia e collaretta del gatto devono essere bianchi; orecchie e coda scure. Sul muso deve essere disegnata una “V” bianca rovesciata con il vertice al centro degli occhi. Naso e cuscinetti plantari devono essere rosa.

Per quanto riguarda il colore

I colori base dei Ragdolls sono quattro :

Seal ( cod genetico B--D--)
Chocolate ( cod genetico bb D--)
Blue ( cod genetico B--dd)
Lilac (cod genetico bb  dd)  

Il Seal in presenza del gene diluizione dd diventa Blue, in presenza del gene chocolate bb diventa Cioccolato; infine il Blue in presenza del gene chocolate bb diventa Lilac.
Che cosa avviene in presenza del gene Orange? Le cose si complicano un poco.
 Nei Ragdolls  il gene Orange è legato al cromosoma X. Nei maschi la sua presenza (XO, Y) determina il colore Rosso in presenza del gene D ed il colore Crema in presenza del gene diluizione d.
 Nelle femmine se il gene Orange è presente in omozigosi (XO, XO), si ripete quanto detto per i maschi; invece se esso è presente in eterozigosi (XO, Xo) avvienme quanto segue:alcuni giorni dopo il concepimento, quando la cellula iniziale si divide in molte cellule simili,  in ogni cellula uno dei cromosomi  X viene disattivato; tale processo avviene casualmente e crea macchie rosse e macchie del colore base. I mantelli conseguenti prendono il nome di “Colore base-Tortie (Seal - Tortie, Chocolate-Tortie e così via).

La linciatura

Sia nei maschi che nelle femmine di Ragdolls può essere presente il gene ”Agoutì” che conferisce la “linciatura”, che viene indicata con il termine Lynx o Tabby. Quando la “linciatura” è presente nelle Tortie, queste vengono chiamate Torbie (Tortie+Tabby). La combinazione dei mantelli, dei colori e della “linciatura” consente di ottenere 60 tipi di femmine e 36 tipi di maschi.